Notizie

La mission di FibraSalento è ridurre il digital divide

Sono ormai dieci anni da quando la Commissione Europea ha introdotto la divisione tra “aree bianche”, “aree grigie” e “aree nere” in tema di connettività a banda ultralarga.

Per non fare confusione è bene ricordare che le aree sono delle zone estese (non singoli comuni!):
• Le “aree nere” sono tutte quelle aree nelle quali investono o investiranno almeno due operatori, ognuno con una propria rete, che erogano servizi a banda ultralarga;
• Le “aree grigie” sono tutte quelle aree nelle quali investe o investirà un operatore che fornisce servizi di connettività a banda ultralarga;
• Le “aree bianche” sono tutte quelle aree in cui nessun operatore investe o investirà in connettività a banda ultralarga.

È facile intuire che investire nelle aree nere e grigie è conveniente per molti operatori mentre lo è meno nelle zone bianche, questa differenza genera sostanzialmente il cosiddetto “digital divide”, un divario digitale che penalizza le aree rurali e meno densamente popolate. Questo parametro ha una valenza importante, perché evidenzia una grave disuguaglianza nell’accesso e nell’uso delle tecnologie.
Ed è proprio questa la mission di FibraSalento: ridurre il digital divide investendo ed operando in aree bianche del Salento, aree escluse dalla copertura della banda ultralarga. Come FibraSalento portiamo servizi digitali ad alto valore aggiunto sul territorio, in piccoli e medi comuni del Salento, che consentono connessioni in totale sicurezza, utilizzando una rete stabile, veloce e potente, frutto dei più elevati standard tecnologici disponibili.

Sul sito di www.fibrasalento.it tutte le informazioni utili.